Come scegliere un esperto SEO

  1. Esperienza: la professione di esperto SEO è relativamente nuova (anche se non così tanto, diciamo attorno ai 10-15 anni di storia). Tipicamente i bravi esperti SEO escono dal mondo del marketing o dell’ICT (meglio se da tutti e due).
  2. Numero di followers, connessioni o fan su Twitter/Facebook/altri SN: beh, se non hanno nemmeno l’account di solito non è un buon segno. Se hanno migliaia di follower, il dubbio è che possano essere esperti di spamming più che di SEO. Magari è più utile farsi mostrare un portfolio di risultati conseguiti per i loro clienti. Ad esempio: ho curato il profilo di XY con questi risultati. Update: come dice Roberto (vedi sotto nei commenti) è possibile che un SEO anche di livello top non abbia e non voglia avere un suo account. Come dicevo, almeno però vorrei che mi dicesse cosa ha fatto per i suoi clienti, se non per sè.
  3. Garanzie: questo è un punto delicato. Nessun esperto SEO può garantire un ranking specifico (“n° 1 su Google o Bing per la keyword XY). Se lo fa, non credetegli. Tuttavia è giusto pretendere garanzie ed è corretto offrire le garanzie che si possono dare: ad esempio, 10 keyword in top 20 su un certo numero di combinazioni per un certo numero di motori. Questo è un approccio più professionale.
  4. Prezzo: generalmente, si ottiene ciò per cui si paga (in base a ciò che si chiede).  Tradotto, significa che un prezzo equo sta tra i 2-3000 e i 5-6000 euro per un numero sensato di keyword e combinazioni. Ovviamente, è una misura a spanne che non tiene in considerazione l’eventuale complessità del vostro progetto. Però sono i prezzi che si trovano sul mercato.
  5. Coinvolgimento del cliente: il cliente si aspetta di pagare e non fare più nulla: “quanto costa? Bene, ecco i soldi, portami i risultati. Ci vediamo tra un anno per il rinnovo”. Ecco, non funziona così. Per quanto l’esperto possa disseminare il web di contenuti che aiutano il vostro posizionamento, ricordate che è la qualità, numerosità, freschezza e rilevanza dei vostri contenuti sul vostro sito il singolo elemento più importante. Se il vostro è un sito statico, con 4 pagine, pochi contenuti e se l’ultimo aggiornamento è “benvenuti nell’area news dell’azienda XY. Oggi pubblichiamo il nuovo sito” francamente nessuno può fare molto per voi. L’esperto SEO, casomai, può proporvi un restyling del vostro sito e proporvi di pubblicare frequentemente contenuti nuovi, rilevanti, interessanti (o farlo per voi, ma questo comporta almeno che gli forniate regolarmente degli spunti).
  6. Risultati istantanei: se volete avere un alto ranking su una keyword o frase oggi, compratela su AdWords. I motori di ricerca ci mettono qualche mese a mostrare risultati significativi col posizionamento organico. Il SEO è un investimento a medio termine. Vero che i siti nuovi con contenuti interessanti possono anche schizzare velocemente in top 5, ma una keyword competitiva ci può mettere del tempo per posizionarsi stabilmente in alto. Diffidate dunque di chi vi garantisce risultati immediati.
  7. Eccessiva automatizzazione: il mestiere del SEO comprende una varietà di strumenti automatici per controllare il posizionamento, i backlink, la scelta delle keywords eccetera. MA, comprende anche una serie di attività “manuali” e artigianali per costruire contenuti, costruire link. E’ un mix di arte e scienza.
  8. Focus solo sui motori di ricerca: sempre di più le persone cercano informazioni anche su social network, forum, reti di amici e conoscenti…. Il SEO deve-dovrà adeguarsi e proporre al cliente di investire tempo e riflessioni anche su questi canali. Alla fine, l’obiettivo (spero) dovrà diventare più quello di costruire e mantenere relazioni con i clienti e i potenziali clienti,  facendo in modo che per loro sia facile non solo trovarci ma conversare con noi, per costruire fiducia reciproca più che quello di essere in top 5 su Google ma avere poi un sito che fa fuggire tutti i visitatori.

In sintesi, cercate di preferire chi ha un approccio proattivo, chi ha una visione complessiva del vostro business ed è in grado di proporvi una strategia adatta a voi.

Annunci

7 thoughts on “Come scegliere un esperto SEO

  1. Concordo pienamente!
    Soprattutto su due punti: il cliente deve fare la sua parte e il SEO non è un lavoro “statico” ma molto “artigianale”.
    Il punto 8 poi… beh è il punto di partenza, che a noi sembra scontato ma che per i clienti non lo è… io lo banalizzo nel solito “…ok… e quando arrivano sul sito poi cosa offrite al visitatore?”…

  2. Ciao Stefano,
    intanto grazie del commento. Mi fa piacere che questo tipo di approccio sia condiviso!

    Anche secondo me infatti il SEO è un lavoro che ha una forte componente “artigianale” (che ovviamente non significa improvvisare, ma adattare il proprio metodo al contesto specifico).
    Il punto 8 è strettamente legato al punto 5 (coinvolgimento del cliente): spesso, soprattutto in caso di piccole imprese, a monte manca la consapevolezza di a cosa deve servire il loro sito. Proprio quello che dici tu quando dici “ok, e quando arrivano sul sito?”.

  3. Ringrazio Stefano per avermi segnalato il post, se non ci sono problemi mi permetterò di segnalarlo nel nostro blog.
    Direi che i risultati conseguiti sono un ottima “cartina torna sole” della qualità del Seo.
    Resto stupito in alcuni siti che vantano grossi portafogli e che vengono mostrati i risulti con parole chiave del tipo:
    agriturismo in provincia di …..
    cancelli in rame battuto a …..

    Cosa ne dite?

  4. Buongiorno Gianluca, grazie anche a te del commento. Certo che non ci sono problemi a segnalare.
    Concordo: i risultati sono senz’altro un ottimo parametro per valutare la qualità del lavoro di un SEO.
    Rispetto agli esempi che citi, le keyword sono un po’ troppo specifiche: keyword più “sensate” potrebbero essere, ad esempio, “Agriturismo Modena” più che “agriturismo in provincia di…” (keyword quest’ultima su cui è facile essere ben posizionati, ma con probabilmente un basso volume di ricerche…)

  5. Ciao, post interessante. A mio avviso però, il punto relativo al punto 2 è da rivedere 🙂 . E’ vero che i seo con molti “discepoli” sono spesso seo di qualità, ma non è vero il contrario. Ti assicuro che alcuni seo facenti parte della crema internazionale non hanno neppure l’account personale. Non per questo non conoscono quell’area della rete e non per questo non la utilizzano quando necessario. E’ un po’ il discorso de calzolaio con le scarpe bucate. Io in prima persona, ho un “sito” che dovrei terminare (forse è meglio dire “iniziare”) e devo ancora posizionare seriamente, ma la mancanza di tempo è un fattore da non trascurare.

    Garanzie: a mio avviso dipende dalle key. A me capita di garantire anche la prima posizione per determinate key. E’ ci riesco. Questo non vuol dire che le key sono stupide o semplici, semplicemente che per determinate nicchie di mercato i competitors sono ancora pochi… e questo non sempre significa poche visite, anzi spesso con una buona scelta iniziale si traduce in discrete visite ma con conversioni veramente elevate.

    Ciao e grazie per il post..utile spunto per fare due chiacchere.

    • Ciao Roberto, grazie mille per il tuo commento!

      Dunque: sul punto 2 posso condividere. Infatti, non a caso avevo precisato che è più interessante capire se i SEO sono stati “bravi” a curare gli account dei loro clienti, più che i loro. Comunque accetto il tuo discorso, e provvederò a modificare questo punto.

      Garanzie: vero anche questo, ci sono kw meno competitive su cui è più facile anche ottenere la prima posizione. A questo punto, magari potresti aggiungere alle tue offerte (quando vedi che la prima posizione è facilmente ottenibile) un bonus in caso di raggiungimento dei risultati! 🙂

  6. Pingback: Web Marketing – collezione completa « maxferrari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...